PROGETTO “EUREKA FUNZIONA”

Alcuni mesi fa le maestre ci hanno proposto di partecipare a un concorso sul magnetismo promosso da Confindustria Bergamo, che prevedeva la costruzione di alcuni giochi funzionanti con dei magneti.

Abbiamo iniziato con degli esperimenti sul magnetismo per capire come si comportano i campi magnetici. Questi esperimenti erano molto interessanti.

Poi abbiamo formato dei gruppi di lavoro, cercando di scegliere i componenti in base alle esigenze del lavoro da svolgere. Composti i gruppi, le insegnanti ci hanno consegnato il Kit di materiale fornito da Confindustria e ci hanno elencato i compiti da distribuirci all’interno del gruppo: progettare il gioco, costruirlo, tenere un diario di bordo sempre aggiornato sulle attività svolte di volta in volta e preparare un cartellone pubblicitario relativo al proprio gioco.

Finalmente ci siamo messi all’opera!

All’inizio è stato difficoltoso trovare un accordo: ognuno aveva idee diverse e voleva realizzare la propria. Attraverso il confronto e il dialogo siamo riusciti a trovare una soluzione che potesse andare bene a tutti e questo modo di lavorare ci ha accompagnato durante tutta la realizzazione del progetto.

Finita la parte organizzativa, siamo usciti nell’atrio e, preso un foglio e un pennarello, abbiamo incominciato a progettare il nostro gioco.

I lavori sono continuati settimanalmente. Pian piano in ogni gruppo cominciava a prendere forma il gioco progettato. Man mano che vedevamo realizzarsi le nostre idee, eravamo orgogliosi di ciò che stavamo facendo.

Alla fine di marzo abbiamo dovuto scegliere un gioco per classe da inviare a Bergamo per il concorso, abbiamo votato e alla fine della votazione sono stati scelti i giochi  “Gru magnetica” e  “Labirinto monetario”.

Poi siamo rimasti in attesa dell’esito del concorso. Una mattina è arrivata la telefonata che ci comunicava che uno dei nostri lavori era stato scelto per la premiazione.

Il 16 aprile siamo andati alla premiazione e abbiamo scoperto che il “Labirinto magnetico” aveva conquistato il terzo posto: eravamo superstramega felicissimi!

Nel frattempo ci è stato comunicato che due aziende madrine, la ELTI-GF e la Elettrocablaggi S.R.L. di Sovere, ci avevano donato 1.000 euro per l’acquisto di materiale didattico. È stata una sorpresa fantastica! Ringraziamo molto queste aziende perché ci hanno offerto la possibilità di acquistare materiali innovativi che ci permettono di arricchire il nostro Atelier digitale e sperimentare attività coinvolgenti.

Subito ci siamo riuniti per decidere insieme cosa acquistare e alla fine abbiamo optato per l’acquisto di sei “Sphero Bolt”  cioè dei robot programmabili da utilizzare nel curricolo di coding a scuola. Non vediamo l’ora di poter provare a programmare questi nuovi robot.

Questo progetto è stato molto faticoso, ma altrettanto coinvolgente e interessante tanto che ci riproponiamo di partecipare anche il prossimo anno.

Consigliamo vivamente a tutte le classi di partecipare!

                                                                

                                                                   Gli alunni delle classi quarta A e quarta B della

                                                                   scuola primaria S.G. Zanutti di Sovere

Articoli Correlati

     Nessuna articolo

Categorie

     Nessuna categoria

Ultimo aggiornamento: 05/06/2019 - Articolo visualizzato 296 volte