SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI SOVERE

Via Silvestri, 1 - Tel. 035/981233

Coordinatore di scuola: Verdelli Matteo 

Codice meccanografico: BGMM87802Q

 

 

 

IL MODELLO EDUCATIVO PER AULE LABORATORIO DISCIPLINARI

 

 

La scuola secondaria di primo grado è organizzata per aule laboratorio disciplinari: le classi tradizionali hanno lasciato posto ad aule dedicate alle diverse discipline, personalizzate sulla base delle esigenze dettate da ciascuna materia. Gli alunni si muovono nel corso della mattinata per raggiungere i diversi ambienti dove svolgere la lezione. Le aule diventano così veri "ambienti di apprendimento" contestualizzati, flessibili, funzionali e in grado di immergere gli alunni nella specificità di ciascuna disciplina, stimolando modalità laboratoriali e innovative, supportate dall'impiego delle nuove tecnologie per la didattica.

Ripensare gli spazi scolastici significa anche superare la contrapposizione tra le aule (i luoghi della didattica) e gli atri e i corridoi (spazi connettivi di passaggio e attività informali) per realizzare una nuova “geografia dell’apprendimento” che consideri l’edificio scolastico nella sua globalità. Articolare e strutturare lo spazio porta a scoprire le potenzialità e il valore educativo degli ambienti, che possono stimolare nuove pratiche didattiche fuori dall’aula (il paesaggio di apprendimento di Scuola Senza Zaino).

Gli ambienti sono tutti dotati di connessione con fibra, LIM o monitor interattivo e notebook e sono organizzati per dipartimenti: due dipartimenti umanistici, uno per le lingue straniere, un grande dipartimento tecnologico con le aule di matematica, scienze e tecnologia e un laboratorio scientifico e pratico. Il dipartimento espressivo è invece costituito da una grande sala per la musica, la palestra, il laboratorio di artistica con la piccola officina e l’aula Eco, un ambiente innovativo che ospita la biblioteca e molte altre attività. L’accorpamento delle aule per dipartimenti favorisce il superamento dei confini tra i saperi, fondendoli in aree più ampie e stimolando lo scambio, l’interazione e una progettualità più condivisa.

 

 

Al loro interno ogni aula presenta un setting diverso, che rispecchia una didattica di tipo laboratoriale: la tradizionale disposizione dei banchi è sostituita da isole comuni di lavoro, tavoli collaborativi e nuovi arredi innovativi; la cattedra è eliminata a favore di postazioni più snelle, mobili e decentrate. L’aula di musica presenta zone dedicate ai diversi strumenti e sedie con leggii disposti “ad orchestra”; quella di arte è attrezzata con grandi tavoli e spazi accessori “ad officina” per le diverse lavorazioni; quella di tecnologia presenta setting collaborativi per il digitale ed aree specializzate per la robotica, la progettazione. la stampa 3D e il lavoro manuale. 

Per orientarsi e rendere visibile la nuova strutturazione, un sistema di way finding basato su icone e colori accoglie il visitatore già all’ingresso per guidarlo nella scuola. Non si tratta di una semplice segnaletica per l’orientamento, quanto di un elemento che è parte integrante dell’organizzazione perché stimola i ragazzi ad elaborare una propria geografia mentale fondata sulla mappa delle discipline e sulle relazioni tra i saperi.

 

 

IPAD E I NUOVI MATERIALI DIDATTICI 

 

 

La scuola adotta iPad in modalità one-to-one, dotando ciascuno studente e docente di un device con cui lavorare in classe. I dispositivi sono inseriti in un sistema di gestione (MDM) che permette al docente il controllo durante la lezione, in un contesto di educazione all’uso corretto e ai tempi dell’attenzione (con la possibilità, ad esempio, di sorvegliare le attività in classe e di bloccare i dispositivi quando necessario per assicurare la giusta concentrazione).

L'utilizzo di iPad è associato a quello di una piattaforma digitale per la didattica (GSuite for Education) che, tramite le classi virtuali a cui sono iscritti gli studenti, consente di elaborare materiali didattici che possono essere differenziati, aggiornati, prodotti collegialmente o costruiti assieme agli studenti per coinvolgerli a pieno titolo nella didattica. In questa prospettiva diventa possibile liberarsi dalle rigidità del manuale per focalizzare i nuclei fondanti dei saperi e le loro relazioni con le altre discipline; “potare” ciò che è inutile o ridondante; cercare di superare una didattica incentrata sulla memorizzazione a favore della co-costruzione degli apprendimenti in un’ottica laboratoriale.

La scuola ha così deciso di mantenere in adozione solo cinque libri di testo (scienze, storia, inglese, spagnolo, antologia), sostituendo tutti gli altri con materiali didattici prodotti direttamente dai docenti in forma digitale. Questo percorso è sostenuto da una formazione continua e avviene in una dimensione collegiale per favorire una cultura condivisa, il confronto e la consapevolezza necessari ad un lavoro fondato sulla collaborazione in team tra docenti. I materiali prodotti si configurano come strumenti più snelli e flessibili per essere adattati agli studenti e sempre in divenire per accogliere nuove istanze e prospettive.

Alla base c'è il tentativo di provare a superare il modello trasmissivo per  sperimentare gradualmente il capovolgimento della classe e una didattica più focalizzata,  cercando di arricchire sempre di più i materiali con stimoli che favoriscano la pre-attivazione delle conoscenze, la motivazione, la comprensione del senso profondo delle discipline per l’interpretazione della realtà.

 

 

L’introduzione del modello one-to-one è accompagnato da un processo di “doppia alfabetizzazione”, per integrare, senza rinunciarvi, l’eredità della cultura del libro cartaceo con la padronanza delle tecniche richieste dal digitale. L'introduzione di iPad avviene quindi in un contesto che assegna una nuova centralità al libro, realizzata quotidianamente tramite le attività collegate alla nostra Biblioteca della Legalità e alla promozione attiva della lettura e dell’ascolto come momento di piacere e benessere. Il libro è anche uno strumento per lo studio che accompagnerà a lungo di studenti: per questo motivo si è deciso di mantenere un approccio “analogico” nello studio di alcune discipline, lasciando spazio ad un’esperienza che continua ad essere importante e che ha bisogno di essere allenata nelle sue tecniche e strategie specifiche. Anche per le lingue straniere si è scelto di mantenere i libri in adozione, in formato digitale, per non rinunciare alla ricchezza dei contenuti multimediali per l’ascolto e il parlato. Si tratta quindi di un percorso complesso, in cui il supporto digitale si affianca a quello analogico senza sostituirlo, per essere utilizzato in modo diversificato e funzionale agli obiettivi di apprendimento, senza rinunciare agli aspetti “materici” dell’apprendimento. Gli strumenti digitali non sostituiscono l’arte e la necessità di manipolare le consistenze della materia, di sperimentarne la fisicità e la plasticità, di usare il corpo e la manualità. Così come non sostituiscono la musica suonata in prima persona e il contatto con la natura attraverso il tatto, l’olfatto, la micro osservazione del particolare.

 

 

IL PROGETTO FORMATIVO E LA SCUOLA APERTA

 

 

La scuola secondaria propone un'offerta formativa ricca e varia, in cui trovano ampio spazio le attività laboratoriali e molteplici progetti che mirano allo sviluppo delle competenze relazionali e sociali e all'arricchimento del bagaglio culturale e esperienziale.

Le attività sono organizzate in un percorso formativo unitario fondato sulla continuità e su di un curricolo verticale, che stabilisce obiettivi e traguardi comuni e graduati. Particolare attenzione è posta allo sviluppo delle competenze digitali e all'utilizzo delle nuove tecnologie per sviluppare una nuova cittadinanza e l'educazione ad un uso corretto del digitale, imparando a gestire la comunicazione nel rispetto degli altri e a riconoscere i pericoli del web, ma anche a sviluppare la creatività, a conoscere e utilizzare il pensiero computazionale, a programmare, a creare e costruire sviluppando la creatività.

Nella nostra offerta formativa l’area deIle lingue straniere (inglese e spagnolo) riveste un ruolo centrale che si sviluppa lungo due direttrici principali: l’importanza della lingua come strumento per comunicare e per essere cittadini del mondo e come esperienza di formazione, crescita e cittadinanza consapevole. Per questo le attività prevedono la conversazione in madrelingua al mattino e i corsi pomeridiani, il Summer Camp estivo, fino alla possibilità dell'interscambio culturale con una scuola europea, per sviluppare l’utilizzo pratico della lingua attraverso l’interazione, il parlato e l’ascolto, favorendo una migliore comprensione e maggior abitudine e sicurezza nella produzione orale, stimolata dal contesto relazionale.     

L'area linguistica e umanistica ha come fulcro fondamentale la nostra Biblioteca della Legalità, in cui la promozione del piacere della lettura e dell'ascolto diventa il tramite per realizzare esperienze di formazione e cittadinanza consapevole. La biblioteca ospita una ricca collezione di testi adatti a tutte le età, che comprende narrativa, saggistica, graphic novel e libri illustrati. Si tratta di storie profonde che, partendo dal vissuto degli allievi, parlano di rispetto delle diversità, cittadinanza e inclusione, stimolando al dialogo e al confronto per suscitare l’interesse e la curiosità attraverso la scoperta, le letture animate, rappresentazioni ed esperienze di teatro; creare ed inventare storie per poi trasformarle in libri, audiolibri, booktrailer o ebook di classe;  stimolare l’abitudine all’ascolto attraverso la relazione, anche in chiave interculturale.

L'area scientifico-tecnologica è concepita per permettere agli studenti di condurre in prima persona prove ed esperimenti e sviluppare l'intelligenza pratica e manuale. La scuola bottega - una piccola officina con postazioni di falegnameria, lavorazione della ceramica, etc.-  rappresenta il punto di incontro tra manualità, l'artigianato, la creatività e le tecnologie (coding e robotica educativa, programmazione, modellamento e stampa 3D), concepito come un incubatore di idee dove gli studenti possano sviluppare progetti di innovazione e digital fabrication (dall’ideazione alla realizzazione finale), lavorando in team, sperimentando in modo creativo e  sviluppando capacità di risoluzione di problemi. 

Nel grande orto didattico inclusivo gli studenti imparano ad osservare la natura, a coltivare, a prendersi cura dei nostri animali (caprette, maiale, galline, oche), a progettare e realizzare strutture e strumenti necessari partendo dalla misurazione degli spazi nell’ambiente reale, ricercando modelli di riferimento e curando la progettazione in tutte le fasi (ideazione, schizzo, studio di forma e dimensioni, disegno tecnico, modellazione 3D in digitale, realizzazione di modelli in scala fisici a mano e con stampa 3D, costruzione e installazione della struttura).

 

 

Le arti espressive trovano ampio spazio nella possibilità di partecipare ai laboratori artistici, di stampa ad incisione, di lavorazione della ceramica, ma anche all'orchestra Bequadro e al gruppo teatrale. 

L'attenzione all'educazione alla cittadinanza e alla legalità si concretizza nei molteplici progetti legati all'educazione alle relazioni e all'affettività, alla prevenzione dei comportamenti dipendenti, del bullismo e del cyberbullismo, alla pace e alla convivenza civile. Una spazio importante è legato all'intercultura e alle buone prassi inclusive che caratterizzano l'identità della scuola. 

Le attività del mattino sono integrate da quelle facoltative del pomeriggio (modello di "scuola aperta"), che offrono un importante supporto con: 

  • corsi di recupero e il potenziamento delle abilità linguistiche e logico-matematiche
  • dopo scuola e spazio compiti (gestito da una cooperativa) 
  • percorsi di approfondimento nella lingue straniere (conversazione in madrelingua in inglese e spagnolo)
  • laboratori artistici, musicali e teatrali (orchestra, laboratorio di teatro e lezioni di strumento) 
  • il gruppo sportivo di atletica
  • le attività di coding, robotica, videomaking e fotografia.

 

 

LA GIORNATA SCOLASTICA 

 

 

La scuola secondaria di Sovere ha un'organizzazione oraria basata sulle 30 ore, tutti i giorni dalle ore 7,55 - 12,55, a cui si aggiungono le tante attività pomeridiane (secondo il calendario comunicato all'inizio di ciascun anno scolastico).

E' possibile richiedere l'ingresso anticipato alle 7,40 per motivate esigenze lavorative o familiari. Il servizio è gratuito e deve essere richiesto con l'apposito modulo online disponibile sul sito.

 

Materie curricolari

ore

CORSI FACOLTATIVI IN ORARIO POMERIDIANO

Italiano

5

CLASSI PRIME E SECONDE

  • Recupero e potenziamento linguistico e logico-matematico 
  • Corsi di conversazione con madrelingua inglese e spagnolo

Inglese

3

Storia

2

Geografia

2

CLASSI TERZE

  • Latino 
  • Potenziamento lingua inglese propedeutica alle certificazioni internazionali (classi terze)
  • Potenziamento logico matematico

Seconda lingua comunitaria: spagnolo 

2

Matematica

4

PER TUTTI 

  • Orchestra Bequadro
  • Gruppo teatrale
  • Gruppo di atletica (con GSA Sovere) 
  • Lezioni di strumento musicale (con Associazione musicale Una Nota in più)
  • Laboratori artistici
  • Corsi di coding, robotica educativa, videomaking e fotografia

 

Scienze

2

Tecnologia

2

Musica

2

Arte e Immagine

2

Scienze Motorie e Sportive

2

Approfondimento in Materie Letterarie

1

Religione Cattolica o Attività Alternativa

1

 

SERVIZIO DI POST SCUOLA CON SPAZIO COMPITI A PAGAMENTO DALLE ORE 13.15 ALLE ORE 16.30

Tutti i servizi sono gestiti da educatori professionali della Cooperativa Sebina

SCUOLA

GIORNI

ORARI

COSTO MENSILE

NUMERO MINIMO ISCRITTI PER ATTIVAZIONE SERVIZIO

Secondaria di Sovere

Lunedì, mercoledì, venerdì (3 gg. settimana)

13,15/16,30

 

€60 + eventuale costo catering mensa

10

 

 

 

GLI AMBIENTI

 

 

Gli ambienti di apprendimento della scuola secondaria sono organizzati per dipartimenti e aree disciplinari: Palazzo Silvestri ospita il primo dipartimento dell'area umanistica, antropologica e letteraria, il dipartimento delle lingue straniere e, all'ultimo piano, l'ambiente di musica e la biblioteca 3.0. L'edificio nuovo è invece organizzato con gli ambienti dedicati all'arte e alle attività sportive; il secondo dipartimento dell'area umanistica, antropologica e letteraria e il dipartimento dell'area matematica, scientifica e tecnologica (attrezzato con stampante 3D, microscopio digitale, kit per la robotica educativa e per gli esperimenti scientifici).

Gli ambienti sono organizzati con arredi diversificati: postazione a isole, banchi trapezoidali per settingflessibili, tavoloni o banchi con rotelle. Tutti sono attrezzati con connessione a fibra, lavagna o monitor interattivi, pc/notebook. Sono inoltre presenti carrelli mobili con notebook tablet. 

Gli spazi comuni sono attrezzati con postazioni per il lavoro di gruppo, mentre il grande cortile con il giardino ospita un ampio pergolato per le lezioni all'aperto. Completano l'organizzazione degli spazi l'orto didattico e la palestra. 

 

 

I SERVIZI

 

 

Trasporto scolastico: è un servizio a pagamento ed è gestito dalle amministrazioni comunali di riferimento (a cui rivolgersi per tutte le info e i costi)

Ingresso anticipato: servizio gratuito di assistenza anticipata dalle ore 7,40 su richiesta motivata delle famiglie 

Attività pomeridiane facoltative gratuite o a pagamento

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo di tali cookie.

Dettaglicookies