SCUOLA APERTA E ATTIVITA' POMERIDIANE

 

 

La nostra azione didattica si ispira al Global Curriculum Approach, e mira a sviluppare tutte le dimensioni proprie dell’individuo (cognitiva, corporea, relazionale, affettiva, emotiva) nella convinzione che l’apprendimento significativo nasca dall'interazione tra l’esperienza della realtà concreta (fatta di relazioni), quella astratta con i suoi aspetti simbolici e le dimensioni “virtuali” proprie delle nuove tecnologie. 

Un approccio che si concretizza in una didattica per competenze ed esperienze realizzata a partire dal curricolo verticale di istituto, che individua i traguardi e gli obiettivi di apprendimento comuni collegati ai diversi campi di esperienza, ai saperi, alla creatività ed espressione del sé e alle competenze chiave di cittadinanza.

in un'idea di "scuola aperta",  le attività del mattino sono strettamente integrate da quelle extra scolastiche e pomeridiane. Tra queste rivestono un ruolo prioritario: 

  • l’area delle lingue straniere come strumento per comunicare e per essere cittadini del mondo, attraverso una didattica che privilegia le funzioni comunicative e gli aspetti legati alla conoscenza della cultura e della civiltà dei Paesi anglofoni e di lingua spagnola. Le attività di conversazione con madrelingua iniziano dalla scuola dell’infanzia - dove si impara l'inglese giocando - per proseguire attraverso l’utilizzo pratico della lingua e l’interazione. A partire dalla quarta classe della primaria si aggiungono i corsi pomeridiani facoltativi e il summer camp intensivo ad inizio estate. Dalla secondaria è inoltre possibile frequentare i corsi pomeridiani di conversazione con madrelingua in spagnolo, che permettono di accedere al progetto di interscambio culturale. 

 

  • La promozione delle attività di scrittura, lettura e ascolto come esperienza di formazione, crescita e cittadinanza consapevole, educazione alle emozioni e benessere personale. A partire dall’infanzia i libri accompagnano il percorso dei nostri alunni per suscitare l’interesse e la curiosità per la narrativa attraverso le letture animate, anche in chiave interculturale; le rappresentazioni e le esperienze teatrali; le attività delle nostre biblioteche scolastiche. Si creano e si inventano storie tutti assieme (anche in forma di ebook e audiolibri) e si invitano a scuola i genitori e i nonni per stimolare l’abitudine all’ascolto attraverso la relazione e le emozioni. Nella secondaria il gruppo teatrale pomeridiano, così come il videomaking, guida gli allievi alla comprensione profonda del testo, invitandoli a soffermarsi sulle parole e sulle sfumature lessicali ed emotive. Le attività ruotano soprattutto intorno alla “Biblioteca della Legalità”, che promuove la cultura della legalità, della responsabilità e della giustizia tra le giovani generazioni.

 

  • linguaggi non verbali: la musica è utilizzata come veicolo di competenze, conoscenze, abilità sociali e di inclusione per sviluppare il senso motorio e il ritmo, la coordinazione, la conoscenza e l’utilizzo dei gesti-suono, del canto e della musica suonata. Il rispetto delle regole, la collaborazione e la cooperazione potenziano l’autonomia e le principali abilità sociali nel lavoro di gruppo, in una dimensione legata alla creatività e all’immaginazione. Dalla terza classe della scuola primaria prende il via anche la musica di insieme, che prosegue alla secondaria con l’orchestra inclusiva Bequadro, per permettere esperienze significative aperte a tutti, senza preclusioni, puntando sulla relazione e sulla voglia di stare insieme

 

  • Il grande orto inclusivo costituisce uno spazio per sperimentare l’intelligenza pratica, coltivando il rapporto con la natura grazie alle serre, all’aula all’aperto con il pergolato, al laghetto e agli animali da cortile (caprette, oche e galline). Collegata alla vita dell’orto e allo sviluppo dell’intelligenza pratica c’è la “Scuola Bottega” con il suo laboratorio di falegnameria, piccola carpenteria e lavorazione dell’argilla in cui gli studenti possono sperimentare una dimensione valorizzante di lavoro di gruppo, progettando e realizzando piccoli mobili e arredi.

 

  • L’integrazione tra tecnologia, matematica e scienze attraverso l'interdisciplinarietà e una didattica in chiave  laboratoriale e applicativa; un approccio alle scienze pratico e sperimentale; e l’interazione “strutturale” con le nuove tecnologie, anche attraverso il coding, la robotica educativa e la stampa 3D.

 

 

LE PROPOSTE

 

 

  • PROGETTO EXTRA SCUOLA  E SPAZI COMPITI: a cura della Cooperativa Sebina, con l'amministrazione comunale e la scuola (prolungamento del tempo scuola alla scuola dell'infanzia; dopo scuola e aiuto compiti alla primaria di Pianico e  alla scuola secondaria di primo grado)
  • CORSI MUSICALI E LEZIONI DI STRUMENTO: a cura dell'associazione "Una Nota in Più" con il Corpo Bandistico di Sovere. Propone lezioni di strumenti a fiato, classici, dell'area moderna e rock, oltre al canto e alla propedeutica per i più piccoli
  • LABORATORIO ARTISTICO:  laboratorio artistico e creativo per la scuola secondaria curato dai proff. Bonavita e Bertoni
  • LA ATTIVITA' DI CODING, ROBOTICA EDUCATIVA, VIDEOMAKING E FOTOGRAFIA, per imparare il linguaggio di programmazione e utilizzare il potenziale delle nuove tecnologie a supporto della creatività e della progettualità

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo di tali cookie.

Dettaglicookies