LE NUOVE TECNOLOGIE PER LA SCUOLA 

 

 

 

 

La nostra scuola raccoglie la sfida delle nuove tecnologie per la didattica in tutta la sua complessità, nella convinzione che la conoscenza e l'uso consapevole dei device digitali costituiscano uno strumento fondamentale di contrasto alla diseguaglianza sociale e di cittadinanza digitale.

La scelta è di non lasciare soli gli studenti nell'utilizzo dei social network e nell'esplorazione del web ma, al contrario, di accompagnarli in un percorso educativo che li renda più consapevoli dei rischi e dei pericoli e più competenti nella capacità critica di gestirne i contenuti, di valutare e selezionare le informazioni in rete, di gestire adeguatamente la comunicazione e la pubblicazione dei contenuti online (media education).

L’introduzione delle nuove tecnologie è inoltre funzionale ad un impiego di metodologie didattiche alternative alla lezione frontale e rappresenta uno strumento importante per sviluppare il pensiero computazionale attraverso il coding e la robotica educativa; la curiosità e il problem solving in un ambiente cooperativo; la creatività (musica, arte, grafica e videomaking, stampa 3D); l’accessibilità e il supporto ai bisogni e alle difficoltà di apprendimento.

L’uso dei molteplici canali e strumenti a disposizione è efficace per sollecitare la motivazione attraverso video, audio, la realtà aumentata, siti web e learning apps. Gli ambienti virtuali permettono di condividere materiali anticipando i contenuti di una lezione per attivare le pre-conoscenze, e stimolano un approccio collaborativo per ideare ed elaborare progetti di gruppo e realizzare prodotti complessi (produzioni musicali e video, progettazione e modellamento per la stampa di 3D, audiolibri di classe, etc.).

Fornendo menù di lavoro, planning e check list di controllo per pianificare, organizzare e verificare le diverse fasi e i procedimenti richiesti da ciascuna attività è inoltre possibile favorire la consapevolezza, la responsabilizzazione e l’autonomia degli studenti; mentre gli strumenti di autocorrezione (quiz, test) e di autovalutazione sfidano gli studenti nella ricerca dell’errore e delle strategie più efficaci.

Le piattaforme cloud stimolano infine la differenziazione delle attività didattiche - mediante la distribuzione di compiti individualizzati o diversificati per piccoli gruppi - per dare una risposta più efficace alla complessità di classi numerose e popolate di differenze di genere, interessi, età, radici culturali, situazioni socio-economiche, valori, motivazioni, stili di apprendimento, intelligenze e personalità.

 

 

 

I NOSTRI PROGETTI

 

 

LA FIABA DEI 3 PORCELLINI: DALLO STORYTELLING ALLA STAMPA 3D NELLE SCUOLE DELL'INFANZIA E PRIMARIA

Il progetto di continuità tra infanzia e primaria: i bambini hanno ascoltato la celebre fiaba, l'hanno disegnata, poi l'hanno modellata e stampata in 3D per mettere in scena la storia e raccontarla a loro volta ai più piccoli. Un esempio di storytelling in 3D!

 

MOSTRA VIRTUALE "LE AVANGUARDIE ARTISTICHE DEL '900" (2021)

 

Tour virtuale della opere realizzate dalle classi terze dell'IC Sovere

 

LA SERRA AUTOMATIZZATA

 

 

Il progetto “serra sostenibile e tecnologica” nasce dall’idea di coniugare la sperimentazione e la teoria con lo sviluppo sostenibile, per stimolare la sensibilizzazione alla “cultura verde” e al rispetto per l’ambiente mediante l’applicazione dell’elettronica. Il team ha progettato e costruito una serra in legno che è stata poi dotata di una serie di sistemi per ridurre al minimo l’intervento umano e creare un sistema autogestito. La piattaforma Arduino ha fornito la base della programmazione delle componenti hardware software per gestire i sensori e rilevare l’umidità del suolo (igrometro) e la temperatura e l'umidità dell'aria (DHT11). Il superamento dei parametri critici attiva un sistema di automazione che, a seconda delle necessità, avvia le ventole di areazione e l’apertura dell’abbaino, la canalizzazione dell’aria calda oppure la pompa che immette l’acqua in un sistema di irrigazione a goccia. La struttura è realizzata seguendo i criteri e tecniche costruttive della falegnameria ed è stata integrata con alcuni componenti progettati e realizzati con la stampante in 3D (ventola di raffreddamento e il pannello del circuito).

Il concetto di  didattica laboratoriale si trova nel progetto un'interessante declinazione di “artigianato digitale” basato sul cooperative learning secondo la modalità learning by doing (imparare facendo).

L’èquipe di lavoro che ha costruito la serra tecnologica è costituita da Gabriele Paris, Cocchetti Gianbattista, Manuel Bizioli, Alessandro Barbetti, Paolo Cretti, Giorgio Danesi, Gabriel Bianchi, Lorenzo Benivoglio.

 

LA CASA DOMOTICA

 

 

 

I VIDEOGIOCHI DIDATTICI

Gli alunni delle classi IV della Scuola Primaria di Pianico hanno sperimentato tecniche di coding dando vita a giochi, quiz e racconti sul tema della raccolta differenziata. “Differenziamo con Scratch” ha unito l’uso di metodologie didattiche che promuovono lo sviluppo del pensiero logico e creativo, allo sviluppo di competenze in materia di cittadinanza attiva attraverso la valorizzazione dell’educazione ambientale. Cliccate sui link se volete mettere alla prova la vostra conoscenza della raccolta differenziata ed anche le vostre competenze digitali!

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo di tali cookie.

Dettaglicookies